In Italia: giovedì 8 dicembre 2016 - 10:52 - In Ecuador: giovedì 8 dicembre 2016 - 03:52 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
27/09/2016 news
Post terremoto: le azioni del FEPP
1.  IL TERREMOTO.
 
Il 16 aprile 2016 un terremoto di 7,9 gradi della scala Richter ha provocato gravi danni nelle province di Manabí, Esmeraldas e Santo Domingo.
 
Ci furono circa 670 morti. Ci sono ancora una dozzina di dispersi. Circa 12.000 famiglie hanno perso le loro case, che per molti era anche il posto di lavoro.

I danni ai servizi pubblici (scuole, ospedali, acquedotti, strade, porti, aeroporto, ecc.) sono stati enormi.
 
 
2.      IL FEPP CON I TERREMOTATI.
 
Prima del terremoto il FEPP stava lavorando in alcune delle zone più colpite dal cataclisma.  Dopo il terremoto, sospendendo tutti gli impegni precedenti, il nostro lavoro ha avuto come unico obiettivo la riduzione delle sofferenze fisiche e psicologiche dei terremotati.
 
Per questo abbiamo impiegato a tempo pieno 36 persone nella provincia di Manabí (la più colpita) e 18 nella provincia di Esmeraldas.  Nella provincia di Santo Domingo gli interventi sono stati solo saltuari.  Molti volontari del FEPP e altri enti hanno regalato una o varie settimane di lavoro.
 
2.1.  Aiuto umanitario d’emergenza.
 
Durante il primo mese seguente al terremoto abbiamo distribuito nelle zone rurali con cui eravamo relazionati:
 
-          viveri
-          acqua
-          medicine
-          articoli per l’igiene personale
-          articoli per gli asili provvisori (tela plastica, materassi, coperte, pentole, piatti, posate, bidoni e filtri per l’acqua, ecc.).
 
Contemporaneamente abbiamo fatto l’inventario dei danni e delle necessità, specialmente alle scuole,  agli acquedotti delle comunità e ai ponti nelle zone più isolate e meno servite dallo Stato.
 
Abbiamo pure dato sostegno alla attività produttive e commerciali dei contadini per impedire la paralisi dell’economia familiare e comunitaria.
 
2.2.    La ricerca di aiuto.
 
Avendo informato sulle necessità dei terremotati vari enti esteri, che da anni sono solidali con il FEPP, abbiamo avuto risposte positive da:
 
ü   FEDERCASSSE (Italia)
ü   Diakonie (Germania)
ü   Manos Unidas (Spagna)
ü   Misereor (Germania)
ü   Oxfam Internazionale
ü   UNICEF
ü   Medicus Mundi (Spagna)
e altri enti e persone con valori piccoli.
Da queste fonti abbiamo ricevuto un totale di US$ 1'142'472,21.
 
Ogni finanziamento ha un destino specifico.
 
Enti di altri paesi ci hanno donato viveri, medicine e attrezzi.  Tutto il personale del GSFEPP ha contribuito donando tre giorni di stipendio.
 
 
3.            LA CAMPAGNA DI SOLIDARIETÀ DI FEDERCASSE.
 
Come in molte altre occasioni FEDERCASSE ci ha dimostrato la sua vicinanza, solidarietà e affetto proponendo a tutto il Credito Cooperativo Italiano, ma non solo, una raccolta fondi per i terremotati dell’Ecuador.
 
La campagna ha dato ottimi risultati.
 
Abbiamo ricevuto da FEDERCASSE un primo contributo di 150'000 Euro (162'845,70 dollari) e sappiamo che c’è ancora un saldo disponibile.
 
Le risorse sono state destinate a:
 
/  costruzione di spazi scolastici provvisori                           US$    24’407
/  importazione di cavi d’acciaio per la costruzione
di piccoli ponti sospesi (per persone e animali)                                                  US$    11’967
/  materiali per la riparazione degli acquedotti                                  US$  148’722
/  trasporto dei materiali                                                                    US$      9’160
/  corsi di formazione professionale                                      US$      7’600
____________
                                                                                            Totale     US$  201’856
Il dinamismo impresso alla realizzazione dei lavori ci ha posto l’esigenza di usare ogni risorsa appena veniva in nostro possesso, indistintamente per uno o più progetti, per non dover sospendere lavori in corso.
E’ nostro dovere dare a tutti i donanti un rendiconto finale sul totale delle donazioni ricevute.
 
4.            STATO DEI LAVORI E RISULTATI IMPORTANTI.
Attualmente stiamo terminando i lavori per la riparazione di 24 piccoli acquedotti comunitari ( 17 in Manabí e 7 in Esmeraldas).  Dodici nuovi acquedotti con impianti per la potabilizzazione dell’acqua sono già stati inaugurati.
 
In tutti i villaggi funzionano le scuole.  Il FEPP ha costruito più di 50 strutture provvisorie (grandi tende), dove nei paesi più grandi si fanno perfino tre turni di scuola (la mattina, il pomeriggio, la sera).  Così tutti i bambini e adolescenti continuano la loro educazione.
FEPP Construcciones ha ricevuto dallo Stato il contratto per la costruzione di 148 case nei dintorni di Portoviejo.  Le prime case sono già finite.  Presto riceveremo altri contratti.
 
FUNDER, la nostra scuola di formazione professionale, sta addestrando giovani ragazzi e ragazze affinché partecipino ai lavori di ricostruzione e dinamizzazione dell’economia.
 
banCODESARROLLO ristruttura e rifinanzia i debiti della popolazione danneggiate per circa tre milioni di dollari affinché, senza cadere in sofferenza, possa rafforzare la produzione di beni e di servizi.
CAMARI, il nostro centro del commercio equo e solidale, compera molti  prodotti alla comunità rurali manabite ed esmeraldegne.
 
Infine, con orgoglio e molta soddisfazione, voglio farvi sapere che il personale degli uffici territoriali del FEPP a Portoviejo e a Esmeraldas lavora con impegno e determinazione (noi diciamo “con inteligencia, sudor y amor”) senza fissarsi sull’orario e sui giorni liberi, per aiutare i propri fratelli. 
Di fronte ai disastri umani e materiali che provoca un terremoto non tengono le programmazioni fatte, né la logica della normalità.  I campesinos ci vogliono bene perché noi vogliamo bene a loro. E quando ci si vuol bene, siamo capaci di fare miracoli.
 
La solidarietà, che FEDERCASSE e tutto il Credito Cooperativo Italiano hanno dimostrato verso l’Ecuador, possa continuare e moltiplicarsi a favore dei terremotati del Centro Italia.  Anche il FEPP, con riconoscenza, manda il suo piccolo contributo.
 
di Bepi Tonello
piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA