In Italia: giovedì 8 dicembre 2016 - 10:46 - In Ecuador: giovedì 8 dicembre 2016 - 03:46 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
13/09/2007 news
Da Quito alla BCC Camuna e ritorno

Lo scorso luglio la BCC Camuna ha dato la possibilità a Mayra Cadena (figlia di Mario Cadena, vice direttore del FEPP e consigliere di Codesarrollo) di effettuare uno stage di alcune settimane presso la banca. “Un’esperienza – racconta Mayra – molto arricchente. Conoscere la storia e il lavoro della BCC Camuna non può che essere per Codesarrollo un incentivo a continuare a lavorare ogni giorno con maggiore voglia e dedicazione".
Di seguito una breve riflessione sulla ‘finanza popolare’ scritta da Mayra al suo ritorno a Quito.

"È la finanza del popolo e va oltre il semplice essere clienti delle società finanziarie; si tratta di costruire un tessuto finanziario popolare che permetta di utilizzare la mediazione finanziaria come uno strumento per lo sviluppo sociale ed economico, riconoscendo ai settori popolari il ruolo di protagonisti.
E la gente diventa protagonista della finanza quando interviene nell’ambito dell'economia e del credito nelle propria Comunità. Ma non è sufficiente costruire le strutture finanziarie locali, bisogna anche ‘costruire’ capacità locali per gestirle. Questa combinazione di strutture e capacità locali deve contribuire a sviluppare i mercati finanziari alternativi e popolari con una molteplicità di attori: casse rurali, cooperative di risparmio e credito, banche comunali, fondi comunali, ecc...

La finanza popolare pone l'accento nell’orientare le risorse locali verso lo sviluppo locale, sommando alla generazione locale di risorse anche contributi che possono venire dall’esterno (istituzioni pubbliche e private, nazionali e straniere).
È molto importante organizzare l’economia in modo che il denaro dei prestiti, piccoli e medi all'inizio, sia rivolto soprattutto all'aumento della produzione e della produttività, al miglioramento della qualità dei prodotti, alla diversificazione della produzione.

C'è una grande opportunità: raccogliere e trattenere localmente le rimesse degli emigrati, per creare nuovi posti di lavoro, auto-sostenibili, in modo che la prossima generazione - non debba considerare l'emigrazione come unica alternativa per costruire il proprio futuro.
Nelle Comunità in cui sono presenti strutture di finanza popolare, si percepisce una tendenza alla diminuzione dell'usura, allo sviluppo delle capacità locali, alla crescita dell'auto-stima, alla promozione di visioni a medio e lungo termine."

Mayra Cadena, Quito

piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA