In Italia: venerdì 9 dicembre 2016 - 12:32 - In Ecuador: venerdì 9 dicembre 2016 - 05:32 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
04/10/2010 news
Tentativo di golpe in Ecuador

IL 30 settembre è stato sventato in Ecuador un tentativo di colpo di stato ai danni del Presidente Rafael Correa. Il leader ecuadoriano era stato bloccato in ospedale da gruppi ribelli interni alla polizia legati ai partiti di opposizione, in particolare all’ex presidente ed ex colonnello Gutierrez, ma è stato prontamente liberato grazie all’intervento di gruppi speciali dell’esercito.

Riportiamo il messaggio inviato da Bepi Tonello.

Cari amici e amiche,

giovedì scorso l’Ecuador ha vissuto una giornata molto difficile, in cui è stata messa in pericolo non solo la democrazia e la vita del nostro presidente, ma anche la continuazione e il rafforzamento di un processo di cambiamenti strutturali che si prefigge di ridurre i privilegi di quella minoranza di popolazione che, senza particolari meriti, ha concentrato nelle sue mani molto potere e ricchezza, e come conseguenza, di aumentare i diritti della maggioranza povera e lavoratrice del Paese. Vi sono potenti forze politiche ed economiche che cospirano affinché questo processo fallisca.

Il Gruppo Sociale FEPP non è affiliato a nessun partito politico, ma lavora a favore della costruzione di una società libera, giusta, solidaria e fraterna.

Senza paura di essere smentito, il GSFEPP può affermare che, nell’arco dei suoi 40 anni di vita e di servizio ai poveri, il governo di Rafael Correa è quello che più ha condiviso la nostra teoria e la nostra pratica di sviluppo, quello che più fondi ha messo a disposizione a favore dei settori popolari e che più sta cercando di combattere non solo gli effetti, ma anche le cause profonde della povertà, che nasce dall’ingiustizia.

Per queste ragioni è riuscito ad ottenere un forte appoggio da parte dei settori popolari, e alcuni potenti nemici gli si oppongono in prima persona, o manipolando altri settori della società, così com’è successo ieri con la polizia nazionale.

Da parte nostra siamo felici, perchè il nostro amico Rafael Correa è riuscito a salvare il progetto politico e il processo di cambiamento che sta portando avanti.

Grazie per la vostra solidarietà.

piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA