In Italia: venerdì 9 dicembre 2016 - 12:40 - In Ecuador: venerdì 9 dicembre 2016 - 05:40 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
23/08/2011 news
Ecuador: in crescita le rimesse
Nel corso del secondo trimestre del 2011 il flusso di rimesse fatto pervenire in Ecuador dai migranti ecuadoriani ha raggiunto quota 626,4 milioni di dollari americani. Tale importo presenta un incremento del 6,2% rispetto al primo trimestre del corrente anno (USD 589,7 milioni) e del 14,9% se paragonato allo stesso periodo del 2010 (USD 549,8 milioni).
Il numero delle rimesse nel secondo trimestre del 2011 è stato pari a 1.771.461 transazioni, con una media di 353,5 dollari per rimessa.

Questi dati sono stati recentemente diramati dal Banco Central del Ecuador il quale osserva che questa performance positiva trae origine soprattutto dalla ripresa negli USA del settore delle costruzioni, comparto questo dove trovano lavoro molti migranti ecuadoriani.
Il paese dal quale ha avuto origine il maggior flusso di rimesse nei mesi di aprile, maggio e giugno 2011 sono stati gli USA, da dove sono partiti verso l’Ecuador 271,2 milioni di dollari, corrispondenti al 43,3% del totale.
Alle spalle degli USA troviamo la Spagna, con 260,9 milioni di dollari inviati (41,6%) e l’Italia con 36,8 milioni di dollari (5,9%). La quota mancante, ovvero 57,5 milioni di dollari, pari al 9,2% del totale, è pervenuta in Ecuador dal resto del mondo.

Da notare che le rimesse provenienti dal resto del mondo sono cresciute nel secondo trimestre 2011 del 12% rispetto al primo.
In Ecuador la maggior parte delle rimesse pervenute nel trimestre in osservazione, sono state gestite dalle società di money transfer (USD 341,2 milioni – 54,5%); le banche private hanno lavorato rimesse per il 42,8% (USD 268,4 milioni) accreditandole su conti correnti o libretti di risparmio dei beneficiari. Le cooperative di risparmio e credito e le associazioni mutualistiche hanno amministrato rimesse 16,8 milioni di dollari, corrispondenti al 2,7 del totale.
A livello territoriale la distribuzione delle rimesse ha evidenziato che le città di Guayaquil, Quito, Cuenca, Ambato e Loja sono state raggiunte complessivamente da rimesse per un valore di 424,6 milioni di dollari, pari al 67,8% del totale. In particolare: Guayaquil USD 177,8 mln; Quito USD 104,5 mln; Cuenca USD 98,1 mln; Ambato USD 23,7; Loja USD 20,5. A seguire le città di Machala con USD 16,6 mln; Azogues con USD 13,8; Santo Domingo USD 11,6 mln; Riobamba USD 10,4 mln; Canar USD 9,6 mln; Gualaceo USD 9,5 mln; Ibarra USD 8,6 mln; Manta USD 8,1 mln.

Infine, sul fronte delle rimesse in uscita dall’Ecuador, la ricerca del Banco Central mostra che nel secondo trimestre del 2011, per il tramite dei canali formali, gli emigrati colombiani hanno inviato nel loro paese di origine 8,2 milioni di dollari ed i peruviani 4,5 milioni. In particolare in questi due paesi è andato il 71,9% del totale del flusso di rimesse in uscita. Il restante 28,1% ha riguardato Cile, Cina, Messico, Argentina, Nigeria, Guatemala, Bolivia, Panama e Pakistan.

di Marco Marcocci

piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA