In Italia: venerdì 9 dicembre 2016 - 12:35 - In Ecuador: venerdì 9 dicembre 2016 - 05:35 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
25/01/2012 news
I fotoreportage di Sara, architetto da Bolzano a Quito

Los Reyes arrivano a Salinas

di Sara Bachmayer


ecuador - sara 1

Da Quito, superata la città di Ambato, la strada raggiunge quota 4.000 metri.
Ad accompagnare il viaggio, sullo sfondo, quando le nuvole si allontanano, il profilo maestoso del vulcano
più alto dell’Ecuador, il Chimborazo.


ecuador - sara 2

Nelle vallate attraversate dalla strada, la terra è coltivata fin dove è possibile, nelle colline più lontane e
nelle zone più impervie.
Ogni centimetro è sfruttato, anche quando i terreni sono praticamente verticali.


ecuador - sara 3

Dove il terreno è troppo duro e arido per qualsiasi coltivazione pascolano tranquille le vigogne.
Si dice che la loro lana veniva utilizzata dagli antichi incas per tessere le vesti del re…


ecuador - sara 4

La strada continua a correre fino a Yurauchsa (paglia bianca in quechua).
In mezzo al pueblo si distacca una bella scuola.
In mattoni, nuova, colorata.
Oggi però non ci sono bambini né maestre.
È un giorno molto speciale, è il giorno de ‘Los reyes’…

ecuador - sara 5

L’ultimo tratto di strada è un lungo sterrato ma arriviamo finalmente a Salinas, dopo 5 ore di viaggio.
Arriviamo noi ed arrivano “Los reyes”.
La cittadina è tutta in festa, grandi e bambini sono accorsi qui da ogni angolo della provincia.
La festa dei Re Magi di Salinas è la più importante della zona.
Tutte le comunità si riuniscono per mantenere viva la tradizione popolare.

ecuador - sara 6

Ma Salinas è molto altro.
Nel 1970, quando dall’Europa vi giunsero i primi missionari e i primi volontari, era un piccolo agglomerato di case di fango, senza luce né acqua.
Ci vivevano 300 persone, mentre altri cinquemila indigeni sopravvivevano nelle vallate vicine.
Oggi le case sono in muratura e non mancano condotte per l’acqua potabile e linee per l’elettricità.


ecuador - sara 7

Nella piazza centrale ci sono la chiesa, la casa comunale, un ufficio turistico, un alberghetto.
E la Cassa Rurale.
Oggi a Salinas si producono torrone, cioccolato, formaggio, funghi secchi, maglioni, palloni da calcio.
Tutti hanno un impiego stabile.
I giovani studiano all’università.
Ogni giorno arrivano turisti curiosi di vedere questo modello di sviluppo.


ecuador - sara 8

E il Chimborazo continua ad osservare, nascosto dietro le nuvole.

www.saraszoom.blogspot.com

piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA