In Italia: giovedì 8 dicembre 2016 - 10:56 - In Ecuador: giovedì 8 dicembre 2016 - 03:56 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
26/11/2012 news
L'impegno della Banca della Maremma per la Red del Pacifico


“… E’ rimasta lì, raccontando al Signore, a voce alta, in Kichwa, la sua desolazione e la sua miseria, immersa in un mare di lacrime, con il bimbo sulle spalle che continuava a piangere sconsolato. La cosa che mi ha sconvolto e mi ha fatto pensare come la fede di questi poveri, molto spesso, è molto più autentica della mia, è stato il fatto che, prima che la povera signora se ne andasse, mi sono avvicinato e le ho dato in mano due dollari. Ebbene, mentre mi ritiravo, ho osservato che lei è andata depositare un dollaro nella cassetta delle elemosine! Io sono rimasto a vederla partire, immerso nella mia commozione…”.

Questo il racconto toccante di Padre Pio Baschirotto, contenuto nella lettera di ringraziamento inviata agli amici della Banca della Maremma, per la donazione ricevuta a seguito dell’ultima missione del Credito Cooperativo in Ecuador. Il Padre, da anni impegnato nel sostegno alle popolazioni indigene locali - che spesso vertono in condizioni di povertà estrema - è molto vicino alla Banca; proprio durante la sua visita in Maremma, avvenuta nel 2009, è nato il progetto concernente il finanziamento dei pannelli solari-termici per il riscaldamento dell’acqua nelle scuole delle regioni andine. Un’iniziativa a cui hanno aderito molte BCC, che ha recentemente ricevuto anche il sostegno da parte del Governo finlandese.

Ecuador - consigli di viaggioLa missione in Ecuador, tenutasi in occasione del decennale della collaborazione tra il GSFEPP ed il Credito Cooperativo, ha costituito, per la Banca, un’importante momento per riallacciare rapporti con soggetti con i quali ha collaborato in passato. Oltre a Padre Pio, infatti, il Presidente della BCC ha incontrato alcuni rappresentanti della Rete del Pacifico, organismo aderente a Codesarrollo, di cui fanno parte varie cooperative e Cajas de Ahorro y Crédito delle Province di Manabi e Guayas. Gli esponenti della Rete hanno dato contezza degli importanti risultati raggiunti mediante il finanziamento di 34.000 USD ricevuto dalla Banca della Maremma nel 2009.

Attraverso tale somma è stato possibile erogare 306 piccoli prestiti per sostenere attività di pesca, agricole e commerciali, per un ammontare complessivo pari a tre volte l’importo concesso
. Il finanziamento ricevuto è stato per buona parte già rimborsato dalla Rete, nel rispetto delle tempistiche previste; testimonianza concreta del fatto che la finanza popolare – così ama chiamarla Bepi Tonello – costituisce uno strumento efficace non solo per la creazione di valore sociale, ma anche per sviluppare una maggiore responsabilizzazione e cultura del risparmio in coloro che ne beneficiano.

Non tutte le casse aderenti alla Rete hanno potuto, però, usufruire di tale finanziamento; per tale motivo, è stata inoltrata alla Banca una nuova richiesta dell’importo di 30.000 dollari, per sostenere ulteriori famiglie ed attività micro-imprenditoriali. In considerazione degli importanti risultati che è stato possibile realizzare con il precedente intervento, e della bontà dei progetti finanziati, la Banca della Maremma ha accolto positivamente la richiesta.

di Matteo Olivo

piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA