In Italia: venerdì 9 dicembre 2016 - 12:32 - In Ecuador: venerdì 9 dicembre 2016 - 05:32 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola
BLOG decima missione

Ecuador 2012 – La missione del decennale - Diario di viaggio

Dal 21 al 29 settembre si svolge la nuova "Missione del Credito Cooperativo in Ecuador", che assume una particolare rilevanza perché celebrerà i primi dieci anni del progetto. Come ogni anno, momento centrale del viaggio sarà rappresentato dall'Incontro Italia-Ecuador, un Convegno cui parteciperanno i rappresentanti dei governi locali, delle organizzazioni non governative e i dirigenti di associazioni campesine, indigene ed afroecuatoriane provenienti da tutte le regioni dell'Ecuador. Il convegno di Quito sarà l'occasione per riflettere sul tema proposto da Codesarrollo e FEPP per l'evento di quest'anno ("Donne e giovani: forza nuova delle cooperative") e rinnovare la "Dichiarazione di Quito", il documento alla base dell'alleanza.

 
26/09/2012
Grazie, Ecuador
di Mauro 

Grazie Ecuador.
Grazie perché hai ribaltato la prospettiva del viaggio. L’idea, prima della partenza, era quella di verificare la concreta applicazione del sostegno economico, organizzativo e formativo garantito dalla decennale collaborazione prestata dal Credito Cooperativo in favore delle tue genti.
Mi aspettavo una corrente che dall’Italia si dirigeva verso di te. Mi aspettavo di essere riempito di orgoglio “nazionalista” per quanto il mio Paese, ed il Gruppo bancario per cui lavoro, sta facendo per te.
Sono stato invece investito da una corrente contraria piena di valori, calda e travolgente. Acqua fatta densa dalla semplicità e dall’allegria, dalla solidarietà e dalla gentilezza, dalla voglia di condividere e dalla dignità delle persone che vivono le tue terre.
Acqua che temporalmente scorre in senso “inverso” perché ci trascina indietro, sino alla fonte, sino alle origini, sino a quello che eravamo un tempo. Piccole cooperative, piccoli gruppi di persone che si univano nella lotta contro la povertà, con la convinzione che il benessere individuale non è nulla di fronte al benessere collettivo, facendo del bene comune un valore interiore ed intimo: un modo di vivere.
Acqua che evapora e si fa nuvola aiutata dal calore “equatoriale” che ci infiamma il cuore.
Tu, Ecuador, tu e la gente che vive con così poco, che ci insegna che si può vivere serenamente e con gioia in qualsiasi contesto, svincolando i beni materiali dal benessere interiore. La tua gente che vive in povertà ed in armonia, la tua gente che cerca il contatto fisico, le tue vecchie signore che porgendomi la mano mi trascinano a loro e mi baciano. La tua gente che mi guarda con dignità, che insegna a ballare. La tua gente che si unisce in cooperative di credito con l’obiettivo di aiutare la comunità e, solo per il tramite di questa, arrivare al benessere del singolo individuo che ne fa parte.
Tu e la tua gente tanto attaccata ai valori della terra, alla famiglia, alle tradizioni.
Tu ed il tuo Buen Vivir.
Ora sono in debito verso di te Ecuador.
Lo salderò Ecuador: mi farò nuvola per tornare, gonfia dei tuoi valori, al mio paese. E lì mi farò pioggia Ecuador, mi farò pioggia e, per quanto potrò, lo inonderò delle emozioni che tu mi hai trasmesso in questo viaggio.
Spero che un giorno l’oceano mi riporti a te Ecuador, che riporti a te una persona migliore che sia riuscita a far tesoro di questo viaggio, che sia riuscita a trasmettere i tuoi valori al suo paese, e che sia riuscita a trasformare tutta questa carica in un ulteriore e concreto aiuto per te Ecuador.
Per tutto questo, grazie Ecuador.
E siamo solo a metà viaggio.
piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA