In Italia: venerdì 15 novembre 2019 - 03:35 - In Ecuador: giovedì 14 novembre 2019 - 20:35 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola

Lunedì 06 ottobre 2003 - Sì viaggiare, evitando le buche più dure


di Stefano Boffini

""/da Quito, Ecuador
Su e giù per le Ande, con strade sterrate, sconnesse e un po' pericolose, ad imparare come un popolo orgoglioso della propria identità e dei villaggi in cui vive cerca di riscattarsi dalla povertà creando strutture comunitarie come le casse rurali. Su e giù per le Ande per i luoghi di Padre Tone, alla ricerca dell'anima del progetto "Microfinanza Campesina", la solidarietà e lo spirito di reciprocità.

Delle tre fatte è stata la missione più completa in Ecuador. Per tutti è stata una grande esperienza professionale, ma soprattutto umana. Non si può tornare senza essere un po' cambiati. Ognuno, direttori di BCC, vertici del movimento e di Banca d'Italia, giornalisti, ha portato a casa qualcosa di importante.

Tre gli assi portanti del viaggio:

La visita alle casse rurali.
Ne abbiamo viste molte, strutturate e informali: comuni tre valori, l'accoglienza, che porta a dare agli amigos italianos il meglio di quello che hanno, l'orgoglio e il senso della comunità. Valori di cui ha molto bisogno anche la nostra società.

I luoghi di Padre Tone.
Il libro su Padre Tone, tradotto in spagnolo e in quicqua è stato presentato nella parrocchia meticcia di Cayambe e indigena di Zumbahua, dove il sacerdote salesiano ha prestato la propria opera. Un convegno ufficiale, alla presenza delle massime autorità religiose dell'Ecuador, ha sancito la pronuncia della Conferenza episcopale per la dichiarazione del quicqua idioma liturgico dell'Ecuador. L'elemento comune che traspare da questi tre appuntamenti è la fede profonda di un popolo, la fiducia incondizionata in Dio.
"Verranno ad evangelizzare noi del nord del mondo" - dice Bepi Tonello.

Il convegno di Quito.
Il tema è dirompente per l'Ecuador, come ridurre i tassi, per favorire lo sviluppo e la creazione di strutture permanenti. Dirigenti indigeni e campesini delle casse provenienti da tutto l'Ecuador si incontrano a Quito. Percepiamo in loro la passione, il vivere il lavoro, come una missione per riscattare la povertà delle proprie comunità e mantenere identità e valori.

Sullo sfondo conosciamo un pò l'Ecuador, un paese ricco di contrasti, una sorta di concentrato del mondo, dove convivono ricchezza e povertà estrema, climi e culture diverse, e vediamo l'azione di tanti volontari, laici e religiosi, che operano spesso in condizioni difficili a fianco degli ultimi. Dicevamo...un viaggio completo.

Molte buche, ma ne valeva la pena.
piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA