In Italia: venerdì 15 novembre 2019 - 03:02 - In Ecuador: giovedì 14 novembre 2019 - 20:02 Naviga la versione in lingua italiana Naviga la versione in lingua spagnola

3/10/2004 - Da mille strade diverse ... in mille momeneti diversi
Domenica 3 ottobre 2004

di Stefano Boffini

E' iniziata bene la quarta missione in Ecuador del credito cooperativo.
In cinque ondate (da Milano, da Bologna, da Roma, da Napoli e da Washington) e in tre giorni diversi il gruppo di 55 persone si sta formando.
Quito appare sempre la stessa: la combinazione fra altura e il grande smog la rende subito inconfondibile per un campagnolo come me.
I "cittadini" romani, milanesi e napoletani hanno trovato in questo qualcosa di "famigliare".

Oggi arriva il gruppo allargato di Cassa Padana.
Martedi da Washington arrivano Carlo Barbieri e Luigi Dante di Iccrea Holding.
L'organizzazione e' abbastanza complessa; ma noi non finiremo mai di stupirci della capacita' organizzativa dei nostri amici ecuatoriani.

Noi siamo ormai vaccinati; in chi viene per la prima volta, nonostante la fiducia che cerchiamo di infondere, c'e' sempre un po' di trepidazione.
Ci saranno i leoni, i serperti, chissa' che malattie prendero' o come sopportero' l'altura. E' normale; anche noi ci siamo passati la prima volta.

... e poi una corsa a telefoni e telefonini per chiamare casa e comunicare che la prima "parte" di questa impresa e' stata portata a termine.
Anch'io quest'anno mi sono gettato a chiamare non per informare, quanto per ricevere notizie.

E poi le "solite" raccomandazioni; non mangiate molto e soprattutto non andate a dormire subito, in modo da potere prendere subito il fuso. E' sempre molto difficile convincere gente che e' in ballo da 20-22 ore.

Una cosa imprevista ha allietato il nostro arrivo. Ci attendeva l'intendente della Superintendencia de bancos Marcelo Herrera, che a seguito del viaggio in Italia e' diventato un nostro grandissimo amico, che ha consegnato alle signore delle bellissime rose.

Dimenticavo....l'aeroporto e la dogana ... sempre con un po' di trepidazione. Quest'anno eravamo carichi come asini di vestiti, gadgets, medicinali e anche grappa, formaggio e altri generi alimentari. In modo un po' incosciente ma anche con grande generosita' alcuni del gruppo hanno portato ogni ben di Dio. Abbiamo gia' avuto problemi in dogana e vi assicuro che non e' propriamente come essere in Italia ...

Ma questa volta l'abbiamo filata liscia.

Oggi e' abbastanza tranquillo. Parliamo del viaggio e degli obiettivi, pranziamo in una parrocchia e poi visitiamo Quito .... semituristico.
Li stiamo un po' preparando perche' domani sara' una bella mazzata...
Cominciamo l'avventura vera.... arrivano leoni e serperti...


Notizie correlate:
Il programma completo del viaggio 2004
piedino
© 2001 - Progetto Ecuador Microfinanza Campesina
Privacy | Cookie Policy
Powered by Iccrea Banca SpA